Questa pagina raccoglie gli articoli riguardanti distil-lab comparsi in riviste e quotidiani locali.


“Laboratorio under 25” di Fabio Sivero

apparso su “L’Altro Giornale” di marzo 2010 a pagina 21 (scarica il pdf)

Oramai da un anno l’associazione di promozione sociale “Distil-lab”, nata dall’idea di un gruppo di ragazzi di Belfiore, offre spazi e occasioni di aggregazione, ai giovani compresi tra i 16 ed i 25 anni. «Ciò che ci ha spinti a far nascere Distil-lab – scrivono sulla loro pagina del social network Facebook – è stata la necessità di poter creare attività pensate e organizzate dai giovani di Belfiore per i giovani di Belfiore. Il nostro nome sta a significare la volontà di raccogliere le potenzialità dei giovani di Belfiore e distillarle in laboratorio per creare nuova linfa per il nostro paese». I principi ispiratori del gruppo sono i legami fra le persone, principalmente tra i giovani, promuovendo attività artistico-culturali, ludiche, sportive, passando poi alla valorizzazione del territorio e della cultura locale. La libera espressione delle idee, le inclinazioni ed il carattere dei soci sono incentivati nella maniera più ampia possibile. Molte le attività già svolte nell’anno passato ed altrettante le proposte in cantiere. Il prossimo 14 marzo l’associazione propone una visita guidata al borgo medievale di Asolo, mentre dopo pranzo si svolgerà la sosta alla rinomata Birreria Pedavena. Le iscrizioni sono aperte fino al 7 marzo con prezzi particolari per i soci.


“Calcio a cinque al palasport con distil-lab” di Zeno Martini

apparso su “L’Arena” del 1 giugno 2010 a pagina 23

Una nuova manifestazione all’insegna dello sport e della socialità è iniziata giovedì scorso. Si tratta del primo torneo di calcio a cinque «distil-lab», organizzato appunto dall’associazione omonima con i donatori di sangue dell’Avis di Belfiore e il Circolo Noi Gaudete. Dieci squadre si sfideranno nel corso di 13 serate nel palasport, fino a venerdì 18 giugno, quando è in programma la finale del torneo. Ogni sera, dal lunedì al venerdì, si disputano due partite: la prima inizia alle 20.30.


“I° Torneo di Calcio a 5 per il “distil-lab”” di Fabio Sivero

apparso su “L’Altro Giornale” di luglio 2010 a pagina 27

Il primo torneo di calcio a 5 organizzato dal “distil-Lab” si è concluso venerdì 18 giugno con la partita che ha decretato la squadra campione. Dieci i team partecipanti alle gare che hanno coinvolto circa un centinaio di calciatori; quasi un mese di competizioni per arrivare a giocarsi tutto nell’emozionante partita finale. Una delle due compagini giunte all’appuntamento conclusivo è “il Gatto è ancora qui!!”; belfiorese doc. I due capisquadra Alberto Sivero e Rosario Fiorentino hanno composto l’organico convocando amici e frequentatori dei locali che gestiscono in paese: la gelateria “Ancora qui” e il bar pizzeria “Il Gatto Verde”. Il nome stesso della squadra altro non è che un cocktail delle due insegne. Il team è giunto in finale realizzando due pareggi e due vittorie nel girone di qualificazione. “Il Gatto è ancora qui” ha poi battuto per 10 a 4, gli “Havana Club Bar Italia” negli spareggi tra seconde e terze classificate, conquistandosi così l’accesso al girone finale. La semifinale ha poi premiato l’impegno dei “gatti” con un risultato che non ha lasciato spazio ad incertezze rifilando alla squadra dei “Brai butei….” un largo 13 a 6. Finalissima da cardiopalma contro la squadra de “I Siori” formazione che per il terzo anno ha disputato il campionato dilettantistico di calcio a 5 e per la gran parte composta da atleti di Caldiero. La partita, conclusasi ai tempi supplementari, ha dato la vittoria alla squadra dei “Siori” con un risicatissimo 7 a 6. La serata finale è iniziata con una semplice ma emozionante coreografia sulle note del leitmotiv della Champions League, preparata e animata dall’equipe dei promotori. Tanta soddisfazione per il presidente Enrico Albertini e per tutto l’organico del “distil-lab” che possono fregiarsi del premio di essere riusciti a coordinare un torneo che da qualche anno faceva sentire la propria mancanza in paese. Ottima l’organizzazione; tutti i risultati, il calendario, le classifiche, i diffidati e le comunicazioni alle squadre erano puntualmente pubblicate sul sito www.distil-lab.it.


“Un computer in dono alla biblioteca comunale dal gruppo Distil-lab” di Zeno Martini

apparso su “L’Arena” del 2 ottobre 2010 a pagina 26 (guarda l’articolo su L’Arena.it)

L’associazione Distil-lab in occasione della Festa della mela, donerà una postazione computer alla biblioteca comunale. La consegna avverrà domani alle 16.30, al termine delle premiazioni del concorso «Melainvento». Si tratta della prima donazione portata a termine dal progetto Trashware Distil-lab. Il trashware è un’attività svolta senza scopo di lucro, diretta a recuperare da aziende o privati materiale informatico usato ma funzionate. Dopo averne verificato il funzionamento, i computer ricevuti vengono risistemati, integrando ove necessario i componenti hardware. Sui pc viene installato esclusivamente software libero. I computer così rimessi a nuovo, vengono infine donati ad associazioni o a famiglie in condizioni di disagio. Il trashware ha tra gli obiettivi la riduzione dell’inquinamento derivante da rifiuti elettronici e la diffusione degli strumenti informatici tra la popolazione.
Distil-lab ha iniziato l’attività di trashware nella primavera di quest’anno, con l’intento di dare il proprio contributo alla crescita delle realtà associative belfioresi. In quest’ottica, prevista tra l’altro dallo statuto dell’associazione, la donazione di un computer alla biblioteca sarà solo la prima di una serie di donazioni già programmate . Quello donato è un personal computer con schermo, tastiera e mouse con possibilità di accesso a Internet. Distil-lab è un’associazione di promozione sociale nata nel 2009 da un gruppo di giovani del paese, che punta ad offrire proposte e spaziai giovani tra i 16 e i 25 anni. Altre informazioni sono reperibili sul sito www.distil-lab.it.


“«Linux day» con seminari sul sistema operativo” di Zeno Martini

apparso su “L’Arena” del 22 ottobre 2010 a pagina 26

L’associazione «Distil-lab» organizza a Belfiore per domani il «Linux Day 2010» in occasione del decimo Linux Day, giornata nazionale promossa dall’Italian Linux society a sostegno del sistema operativo Gnu Linux e del software libero. La manifestazione si terrà dalle 14.30 alle 18 nella scuola media «Antonio Pisano» in via degli Alpini. Nel corso del pomeriggio si terranno seminari incentrati sul Gnu Linux ed il software libero, ed alcune attività collaterali tra cui un servizio di help desk e la possibilità di provare e installare il Gnu Linux sul proprio computer. La partecipazione è libera e gratuita.
L’evento vanta il patrocinio della Provincia, del Comune di Belfiore e del LugVr – Linux user group di Verona. Il Linux Day è promosso da Ils (Italian Linux society) e organizzato localmente dai Lug italiani e dagli altri gruppi che condividono le finalità. La gestione degli eventi locali è lasciata ai rispettivi gruppi promotori, che hanno libertà di scelta per i dettagli delle iniziative nel rispetto delle linee guida generali. La prima edizione del Linux Day si è tenuta il 1° dicembre 2001 in circa quaranta città di tutto il territorio nazionale. Il numero è cresciuto negli anni, divenendo ormai un appuntamento immancabile nel panorama del software libero italiano. Riferimenti su www.linuxday.it. L’Italian Linux Society (Ils) è un’associazione senza scopo di lucro che dal 1994 promuove e sostiene iniziative e progetti a favore della diffusione di Gnu Linux e del software libero in Italia. Maggiori informazioni sul sito www.distil-lab.it.

«Linux day»
con seminari
sul sistema
operativo


BELFIORE – Associazione giovanile recente ma già attivissima

“In questo Laboratorio si distillano nuove idee” di Marco Bolla

apparso su “Verona Fedele” del 5 dicembre 2010 a pagina 35

“Distil-lab, giova gravemente alla salute!” Questo è lo slogan di Distil-lab, associazione creata da un gruppo di giovani di Belfiore nella primavera del 2009, ma ufficializzata nell’ottobre dello stesso anno.

“L’associazione non ha scopo di lucro, non è legata ad alcun partito politico ed è aconfessionale -recita l’art. 4 dello Satuto-. L’associazione ha inoltre tra i suoi principi ispiratori l’aggregazione, l’integrazione e la cooperazione tra le persone, con particolare riguardo ai giovani e agli abitanti di Belfiore.” Per svolgere le proprie attività l’associazione si avvale prevalentemente di prestazioni volontarie, dirette e gratuite dei propri soci.

“Il nostro nome -spiega il presidente Enrico Albertini- sta a significare la volontà di raccogliere le potenzialità dei giovani di Belfiore e “distillarle in laboratorio”, per creare nuova linfa per il nostro paese. Distil-lab è nata per offrire proposte, spazi, occasioni ai giovani in una fascia d’età che va dai 16 ai 25 anni. Attività pensate ed organizzate dai giovani per i giovani”.

Numerose sono state le attività promosse in questo primo anno e mezzo. Sono stati organizzati due Lan Party: uno nel marzo e l’altro nel dicembre del 2009. Un Lan Party è un incontro dedicato ai videogiochi multiplayer, cioè che coinvolgono più persone contemporaneamente, e si gioca tramite una rete Lan (Local Area Network), ovvero una rete locale; i giocatori, che si riuniscono portandosi il computer da casa, possono misurare così la propria abilità. Nel marzo di quest’anno, invece, i giovani dell’associazione hanno fatto una visita guidata al borgo medievale di Asolo (Tv), e alla fabbrica della birreria Pedavena, nel Bellunese. Nel contesto della “Primavera culturale 2010”, in collaborazione con la Biblioteca comunale di Belfiore, l’associazione ha organizzato una serata sul tema: “L’e-book ed il futuro del libro”. Poi, in giugno, c’è stata una visita al “Festival Economia 2010” di Trento.

In occasione dell’ultima Festa della Mela, Distil-lab ha donato un computer alla Biblioteca comunale di Belfiore. Si tratta della prima donazione portata a termine del “progetto trashware”. <<Il trashware è un’attività svolta senza scopo di lucro, -spiega Albertini- diretta a recuperare da aziende o privati materiale informatico usato ma funzionate. Dopo averne verificato il funzionamento, i computer ricevuti vengono risistemati, integrando ove necessario i componenti hardware. Inoltre, sui pc viene installato esclusivamente software libero. I computer rimessi a nuovo vengono infine donati ad associazioni, o a famiglie in condizioni di particolare disagio.>> L’ultimo appuntamento dell’associazione è stato “Linux Day 2010 – Belfiore”, patrocinato dalla Provincia di Verona, dal Comune di Belfiore e da LugVr – Linux User Group di Verona. L’evento si è svolto sabato 23 ottobre in occasione del decimo Linux Day, giornata nazionale promossa da Italian Linux Society. Nel corso del pomeriggio, presso la scuola media di Belfiore, si sono tenute una serie di conferenze incentrate sul sistema operativo Gnu/Linux ed il Software Libero. In cantiere, ci sono anche un corso di fotografia e, in collaborazione con la Biblioteca comunale di Belfiore, un corso di educazione all’immagine. Per maggiori informazioni sulle attività dell’associazione si può visitare il sito: www.distil-lab.it